Digital Technique (2) by Giuseppina Irene Groccia

Giuseppina Irene Groccia is a self-taught Italian artist Approaches to art following a path by himself.

Its setting is not academic but is based on an attitude to design, exercised at the beginning only with
pencil and charcoal enriched later with experiences
painting in various techniques, such as oil, acrylic and material that has led her to create a personal style, based
on the strength of clear and dark and contemporary figuration and always moved by careful
exploration of her own soul.
The pictorial composition of Giuseppina Irene is in fact carried on a plastic screen in two dimensions and live the emotions that arise from conflicts, such as white and black, light and shadow, the visible and the invisible, the tangible and the impalpable, the body and the soul. The whole is vigorously supported by a great vivacity representative and a strong momentum lyrical and transfiguring, offering the viewer
resonance and clear and dark contrasts of considerable emotional impact.
Often juggles her passion for painting, made of traditional techniques, with Digital Art, the field in which she proposes, through digital tools, a creativity of strong emotional impact, influenced by personal reinterpretation of the images.

 

Blindness Soul Series - Nicolle

Blindness Soul Series - Poker

Blindness Soul Series - Crazy .

Amie - Blindness Soul picc.Giuseppina Irene

Blindness Soul Series

Giuseppina Irene Groccia – GiGro  nasce a Calopezzati in provincia di Cosenza
Trascorre un lungo periodo all’estero, dove consegue i 
suoi studi in lingua tedesca
Attualmente vive e lavora a Mirto Crosia (Cosenza)

Si avvicina all’arte seguendo un percorso da autodidatta.
La sua impostazione non è accademica ma si basa sull’attitudine al disegno, esercitata all’inizio solo con matita e carboncino arricchita in seguito con esperienze di pittura in varie tecniche, come olio, acrilico e materico che l’ha portata a realizzare uno stile personale, basato sulla forza dei chiaroscuri e della figurazione contemporanea e sempre mosso da un’attenta esplorazione della propria anima.

La composizione pittorica di Giuseppina Irene si realizza infatti su uno schermo plastico a due dimensioni e vive delle emozioni, che scaturiscono dai contrasti, come il bianco e il nero, la luce e l’ombra, il visibile e l’invisibile, il tangibile e l’impalpabile, il corpo e l’anima. Il tutto è  vigorosamente sorretto da una grande vivacità rappresentativa e da un forte slancio lirico e trasfiguratore, che propongono all’osservatore risonanze e contrasti chiaroscurali di notevole impatto emotivo.

Spesso intervalla la sua passione per la pittura, fatta di tecniche tradizionali, con la Digital Art, campo in cui propone, mediante gli strumenti digitali, una creatività di forte impatto emotivo, influenzata dalla personalissima rivisitazione delle immagini .

Ha partecipato ad importanti mostre e concorsi nazionali ed esteri tenutosi a:
Rossano Calabro, Corigliano Calabro, Cosenza, Lecce, Roma, Pompei, Agropoli, Caserta,  Gubbio, Pescara, Sassari, Siracusa, Palermo, Catania, Brescia, Strasburgo e Berlino
– Dettagli a riguardo li trovate nella sezione “Iniziative” presente in questo sito

www.gigro.weebly.com